Edizione 2017 Rassegna Stampa 2017

Slow Revolution 11/01/2017

Slow Revolution 11/01/2017

Riconoscimenti speciali pensati per l’attuale edizione del contest andranno pure alle più belle immagini inerenti i “Borghi” e gli “elementi naturali o di ingegneria naturalistica volti a contrastare i fenomeni di dissesto idrogeologico” con la menzione “Difesa del suolo”. Agli studenti è riservata la sezione “Earth Day” mentre agli scatti realizzati nei territori colpiti dagli episodi sismici del 2016 è dedicato il premio “Madre Terra”. Le categorie speciali si aggiungono a quelle tradizionali inerenti Alberi e foreste, Animali, Area costiera, Fiumi e laghi ePaesaggio agricolo. Ricordiamo che le foto devono essere originali, a colori e scattate in unParco Nazionale o Regionale del Bel Paese. Unica eccezione è il riconoscimento fuori concorso“Foto subacquea” che prevede riprese in un’Area Marina Protetta.

Una gigantografia per premio

Per partecipare a Obiettivo Terra 2017 è necessario essere cittadini, italiani o stranieri, residenti o domiciliati in Italia, che abbiano compiuto i 18 anni di età al 21 marzo 2017, data entro il quale si deve inserire, previa registrazione gratuita, la foto prescelta nel portale del concorso. Alvincitore assoluto del contest verrà assegnato un premio in denaro del valore di 1.000 euro e vedrà esporre la propria immagine su una maxi affissione a Roma durante la 47° Giornata Mondiale della Terra che si celebra il 22 aprile 2017. Inoltre, una selezione delle fotografie più significative potranno essere utilizzate per l’esposizione in mostre nazionali e internazionali, come quella istituite nel 2015 e nel 2016 all’interno della sede di New York delle Nazioni Unite, nonché fare parte del calendario 2018 di Obiettivo Terra. I dettagli del regolamento sono consultabili sul sito di Obiettivo Terra.

https://slowrevolutionitalia.wordpress.com/2017/01/11/le-meraviglie-dei-parchi-in-uno-scatto/